Fosfatasi alcalina

Domande & RisposteCategoria: VitamineFosfatasi alcalina
ceriani daniela , asked 1 mese ago
Buongiorno Dott Lozio il mio quesito sarebbe che ho la fosfatasi alcalina a 34 con valori di riferimento 46 - 116 . ecco vorrei sapere gentilmente siccome mi ha detto il medico che va bene volevo sentire il suo parere . Grazie .
1 Risposte
Dott. Luciano Lozio Staff answered 1 mese ago
Buongiorno, La fosfatasi alcalina (ALP) è un enzima presente in vari tessuti del corpo, tra cui fegato, ossa, reni e intestino. I valori di riferimento per la fosfatasi alcalina possono variare leggermente a seconda del laboratorio, ma generalmente rientrano nell'intervallo da 46 a 116 U/L. Un valore di 34 U/L è inferiore al range di riferimento indicato. In sintesi posso dire che sono d'accordo col medico, il valore non è affatto preoccupante ed anzi è considerabile pienamente nella norma. Tuttavia, è importante considerare alcuni fattori prima di trarre conclusioni: 1. **Variazioni individuali**: I valori di ALP possono variare tra individui sani e possono essere influenzati da età, sesso e stato fisiologico (ad esempio, la gravidanza). 2. **Condizioni cliniche**: Un valore basso di ALP potrebbe essere associato a condizioni come ipofosfatasia (una rara malattia genetica che influisce sul metabolismo delle ossa), malnutrizione, ipotiroidismo, anemia perniciosa o alcune carenze nutrizionali, come la carenza di zinco e magnesio. Tuttavia, è meno comune che si trovino in condizioni cliniche significative rispetto ai valori elevati. 3. **Valori di laboratorio**: È possibile che il valore riscontrato rientri in una variazione temporanea o possa essere influenzato da errori di laboratorio. Una singola misurazione potrebbe non essere sufficiente per determinare una situazione clinica precisa. 4. **Sintomatologia e altri esami**: È essenziale valutare il risultato della fosfatasi alcalina insieme ad altri sintomi clinici ed esami di laboratorio. Se non ci sono sintomi preoccupanti e gli altri esami sono normali, il medico potrebbe considerare questo valore come non significativo. Considerato che il suo medico ha indicato che il valore va bene, è probabile che abbia valutato la sua situazione clinica complessiva e ritenga che non ci siano preoccupazioni particolari al momento. Tuttavia, se ha dubbi o sintomi che la preoccupano, potrebbe valere la pena discutere ulteriormente con il medico o richiedere una consulenza specialistica per approfondire la questione. Rimango a disposizione per ulteriori chiarimenti. Buona giornata!