Insulina resistenza e pane raffermo.

Domande & RisposteCategoria: Salute & BenessereInsulina resistenza e pane raffermo.
Gioacchino asked 9 mesi ago
Buonasera Dottore. La seguo assiduamente, oltre sui social, sul canale Telecolor Green. Le chiedo (perché se ne parla molto in giro) - di prendere in considerazione di fare qualche puntata dedicata all'insulina resistenza e dei sui effetti collaterali sul corpo umano. C'è molto ignoranza e indifferenza, anche fra gli addetti ai lavori, a diffondere le informazione per prevenire questa, per me, patologia silente.  Lei parla tantissimo di quella "mano santa": il pane raffermo, duro come una pietra! Ne mangio a colazione una quantità moderata (tre o quattro fettine al mattino in acqua tiepida od orzo tiepido). La faccio ridere in merito: a volte penso di essere come quei detenuti, di un tempo molto lontano, al carcere dell'Ucciardone che venivano rifocillati solo a pane e acqua. Mi chiedo e le domando: anche se è raffermo, contiene glutine ugualmente, quindi potrei incappare nella dipendenza della gluteomorfina e in qualche intolleranza, anche se il pane è degradato? quindi, come diciamo qui a Palermo, faccio bene una cosa e ne sfascio 10? Grazie anticipatamente della risposta che potrà giovare anche agli utenti di questo forum.   
1 Risposte
Dott. Luciano Lozio Staff answered 8 mesi ago
Buongiorno, torno a sottolineare che nel pane raffermo è l'amido che viene retrogradato ma non la proteina che quindi resta inalterata e potenzialmente potrebbe causare quanto lei ha elencato anche se ripeto, potenzialmente, date le ridotte quantità in cui viene assunta. Ad ogni modo se vuole può sostituirla con pane di riso, mais o grano saraceno.